MANIFESTO CENTENARIO NASCITA
DEL M° UMBERTO GIORDANO (1966)
Dalla "cotta per Van Gogh",
al secessionismo tedesco.
Dopo un periodo critico
e l'occasione di un concorso
indetto a Foggia
per il manifesto commemorativo
della nascita
del M° Umberto Giordano,
pensai di iniziare un cammino
stilisticamente personale
liberandolo dal deja vu.
Nacque in questo modo
una grafica del tutto originale
con una "sinfonia" di testi
giocati con campiture di sferette
di varia grandezza
alternate a spazi vuoti.
Contrariamente a quanto pensassi,
l'opera meritò il primo premio
e quindi l'affissione
sull'intero territorio nazionale