BATTAGLIA NAVALE "CAMA" (1972)
Durante gli "anni di piombo" soprattutto dopo la strage di piazza Fontana
era consuetudine dei milanesi, riunirsi a sera
non più in luoghi pubblici
ma in casa di amici o parenti.
Quando trascorrevamo
dei weekend a Cama in Svizzera, nella baita
dell'amico Iller Pattacini,
il condannato a disegnare
i campi della battaglia navale
ero purtroppo io.
Così pensai bene
di progettare una trousse comoda e tascabile
che ogni giocatore
doveva possedere,
già suddivisa e munita di piolini. Intitolai a Cama il gioco
ignorando in effetti che
in spagnolo vuol dire "letto".